PINO NINFA TOP

PINO NINFA

“Un volto, per un attimo”

August 4 – September 5, 2015 (monday-saturday | 8:30AM-6:30PM | Free entrance)

Event Address:

Via Dante, 12 Internal Courtyard

Milan – Italy

 

A FACE, FOR A MOMENT

What happens when nature is unleashed, takes over, it emerges with an unexpected violence, as if to avenge a wrong suffered, a secret violated?
Pino Ninfa followed his instinct as a photographer and then went to see for themselves what it means to live in Haiti, after the earthquake that has folded. The result is a work that is both child of classical determination of the photojournalist, who want to dig in the record to be able to describe, but also the aesthetic taste, featuring an author who has given a lot to the music and evocative images.

 

UN VOLTO, PER UN ATTIMO

Che cosa succede quando la natura si scatena, prende il sopravvento, emerge con una inaspettata violenza, come volesse vendicarsi di un torto subito, di un segreto violato? La rottura di un rapporto razionale fra causa ed effetto suscitata nell’uomo reazioni di volta in volta diverse: c’è chi, rassegnato, accetta tutto come una punizione immeritata ma da subire, mentre c’è chi va alla ricerca di qualche colpa. In altri casi, poi, è facile rassegnarsi al Destino, alla Sorte, che si beffa delle vicende umane e avanza, come pensavano i Greci antichi, con alterne fortune.

Facendosi largo fra queste terribili contraddizioni, Pino Ninfa ha seguito il suo istinto di fotografo ed è quindi andato a constatare di persona che cosa significa vivere ad Haiti, dopo il terremoto che l’ha piegata. Ne è nato un lavoro che è insieme figlio della classica determinazione del fotoreporter, che vuole scavare nella cronaca per poterla descrivere, ma anche del gusto estetico, che caratterizza un autore che alla musica ha donato molte e suggestive immagini. Il bianconero diventa, così, la cifra che si adatta perfettamente a interpretare una realtà insieme decisa e sfuggente, dove, accanto alla volontà di potersi affidare alla speranza, coesiste una sottile inquietudine, che si ritrova negli occhi e nelle posture di chi, gli stranieri, li guarda con sospetto e li fa oggetto di sottintese minacce. Pino Ninfa costruisce un percorso volutamente complesso, che non si nega alle difficoltà ma poi sa soffermarsi su che cosa concretamente può succedere in prospettiva di positivo.

Pino Ninfa mostra i segni riconoscibili del suo stile: le immagini qui presentate non appaiono mai come forzature, ed è come se il suo obiettivo si fosse fermato a raccontare la realtà solo il tempo necessario a cogliere uno sguardo, una postura, un improvviso momento di tensione, per poi proseguire oltre.

 

Share this:
error: Content is protected !!